Ufficio stampa: Martina Pedroni
Telefono: 346 6342010
E-mail: martina.pedroni@consulenti.mondadori.it

Il potere della luce che cura

di Karl Ryberg

Come ritrovare il nostro bioritmo naturale grazie alla terapia della luce!

Consigli pratici ed efficaci per 
• mantenere una vista perfetta
• sconfiggere l’insonnia
• combattere irritabilità e disturbi alimentari
• reintegrare la carenza cronica di vitamina D
• fare il pieno di energia e buon umore
ebook disponibile
Pagg.  224
Euro  16,90
Uscita:  25 settembre 2018
LA TRAMA

Oggi trascorriamo circa il 90 per cento del nostro tempo in spazi chiusi, spostandoci tra case buie e uffici con i neon, spesso connessi a computer e smartphone che emettono una luce blu dannosa per gli occhi. Ma biologicamente siamo ancora programmati per rispondere agli stimoli della luce solare, che detta i tempi di sonno-veglia e regola molti processi chimico-fisici del nostro corpo. Perdere il contatto con la normale alternanza di giorno e notte, sostituendola con fonti artificiali inadeguate, manda in tilt l’organismo: disturbi alimentari e dell’umore, insonnia, deficit di attenzione, mal di testa, spossatezza, irritabilità sono tutti riconducibili a una cronica privazione di luce naturale. Da anni nei Paesi del nord hanno adottato con successo strategie per compensare questa mancanza e recuperare il nostro bioritmo. In questo libro, Karl Ryberg, uno dei massimi esperti internazionali in fotobiologia terapeutica, consiglia quali sono le fonti luminose e i colori più efficaci, in base alle stanze e alle funzioni, per ricreare le condizioni degli ambienti naturali; suggerisce come ottimizzare i benefici dell’esposizione al sole, senza incorrere in rischi per la pelle; indica come prevenire l’affaticamento degli occhi e i cali di vista. Dallo yoga per gli occhi alla «dieta dei fotoni», semplici ma efficaci soluzioni per risettare dolcemente il nostro orologio interno, ritrovando l’energia e il benessere. 

L'AUTORE

Karl Ryberg, architetto, psicologo e ricercatore svedese, è stato tra i primi a studiare l’utilizzo terapeutico della luce. Per metterlo in pratica, ha inventato lui stesso alcuni avanzati proiettori a scopo curativo. È tra i fondatori dell’International Light Association e dirige il Monocrom Institute di Stoccolma. È invitato in tutto il mondo a tenere conferenze sulle sue scoperte.