Ufficio stampa: Lucia Piani
Telefono: 327 5778 817
E-mail: lucia.piani@consulenti.mondadori.it

Sei sempre stato qui

di Eugenio Gardella

NON POTRAI MAI CONOSCERE TUO FIGLIO PRIMA CHE ARRIVI.

ebook disponibile
Pagg.  264
Euro  18
Uscita:  20 settembre 2016
LA TRAMA

Eugenio è un educatore e un appassionato di arrampicata sportiva. Sta con Roberta. Decidono di avere un figlio, ma le cose non sono così semplici. Roberta rimane incinta più volte, ma non riesce mai a portare a termine la gravidanza. Nel frattempo Eugenio è alle prese con un’altra esperienza del limite del corpo: comincia ad avere gravi problemi alla cervicale, che sfociano in un’ernia e a un’emiparesi del braccio. Non può più fare arrampicata. Entrambi si sottopongono a cure e a operazioni, anche perché Roberta inizia ad accarezzare l’idea dell’inseminazione artificiale con tutte le difficoltà che la legge italiana impone.

Una svolta ulteriore avviene quando i due, sfiniti psicologicamente e fisicamente, decidono di intraprendere un nuovo viaggio e provare ad adottare un bambino. Le pratiche sono lunghe e l’età non più giovanissima rende tutto ancora più difficile. Ma un giorno l’associazione a cui la coppia si sta rivolgendo li chiama e comunica che il bambino è pronto e li sta aspettando in Cambogia. Un viaggio dall’altra parte del mondo alla ricerca di un senso in quello che gli occhi vedono e poi nell’abbandono a questa scoperta magica che è il primo momento in cui vedono Mario, il figlio che avevano fino ad allora aspettato: un bambino di un anno, magro e denutrito che li aspetta in una struttura poverissima. Poi il ritorno a casa e l’accudimento, la conoscenza che si fa profondo riconoscimento al di là dei tratti somatici diversi e al di là dell’assenza di un legame di sangue. Eugenio inizia a chiamarlo “bambino magico”, stupito dalla forza del legame immediatamente costituito e dalla bellezza di quello che ha visto costruirsi anche con Roberta. Al ritorno a Genova costruiscono una vita assieme nella casa da poco ristrutturata. Un giorno, un ulteriore miracolo: Roberta è incinta. È così, stupiti da questa esplosione di vita e forse immersi e fecondati proprio da questa esplosione improvvisa, che Eugenio e Roberta diventano famiglia insieme a Mario e a Elena. Entrambi figli della carne e dell’anima, senza differenze.

L'AUTORE

Eugenio Gardella è nato a Genova il 2 ottobre del 1969. Da bambino s’innamora della lettura e inizia a scrivere. Ama anche i sentieri di montagna, i fuochi da campo fra gli alberi e le salite lungo i fianchi dei monti. A quattordici anni scopre l’arrampicata libera. Il conflitto con il servizio militare rafforza la sua predisposizione libertaria e lo spinge verso un’esplorazione poetica della realtà. Si laurea come Educatore Professionale e lavora in ambito sociale. Nell’autunno del 2006 sceglie di adottare un figlio e parte per la Cambogia (dove diviene padre di Mario, un bimbo di tredici mesi). Nel 2007 nasce Elena, sua figlia. Nel 2012 incontra Officina Letteraria, una scuola di scrittura creativa, e scrive un romanzo che racconta dell’arrivo dei suoi figli.