Ufficio stampa: Margherita Crepax
Telefono: 339 2176 183
E-mail: margherita.crepax@consulenti.mondadori.it

Il nuovo muro

di Michail Gorbačëv

Un protagonista del Novecento racconta il mondo di oggi e il sistema Putin

ebook disponibile
Pagg.  408
Euro  22,00
Uscita:  13 ottobre 2015
LA TRAMA

Dopo le sue dimissioni dalla carica di presidente dell’Unione Sovietica, Michail Gorbačëv ha rinunciato a intervenire direttamente nella politica russa, ma non ha trascorso un solo giorno lontano dalla vita pubblica. Con la sua Fondazione di studi, ha continuato a riflettere sulle questioni internazionali con articoli, interviste e conferenze, rispondendo alle sollecitazioni che riceve da numerosi paesi. A trent’anni dall’avvio della perestrojka, l’ultimo segretario del PCUS analizza, in questo libro, lo sviluppo e le conseguenze di quel grande esperimento che cambiò per sempre la geografia europea: la dissoluzione dell’URSS, la transizione post comunista, il default, l’ascesa di Putin. Gli argomenti del «nuovo pensiero» sono esaminati negli scambi di idee con i maggiori leader del nostro tempo e nel confronto con le inquietudini del mondo globalizzato, dalla situazione ucraina alla gestione del potere da parte di Putin, dal terrorismo alla questione ambientale. Accanto alle considerazioni politiche non mancano i ricordi personali, dove compaiono la figura del padre, le esperienze infantili e l’amore per la moglie Raisa. Una grande lezione da uno statista che ha inciso profondamente sul processo storico del Novecento e che continua a ricordarci che «la Storia non è un destino», ma il frutto delle nostre scelte.

L'AUTORE

Michail Gorbačëv (1931) è stato l’ultimo segretario generale del PCUS. Protagonista dei processi di riforma che hanno portato alla fine della Guerra fredda e alla riunificazione della Germania, viene eletto presidente del’URSS nel marzo del 1990. Dopo il tentativo di colpo di Stato dell’agosto 1991, nel dicembre dello stesso anno rassegna le dimissioni. Dal gennaio del 1992 è presidente della Fondazione Internazionale Non Governativa per gli Studi Socio-Economici e Politici, nota come Fondazione Gorbačëv . È inoltre presidente della Green Cross International. Nel 1990 gli è stato assegnato il Nobel per la Pace. Sempre impegnato nell’analisi dei problemi internazionali, tiene conferenze e lezioni in tutto il mondo.