Ufficio stampa: Maria Elisa Foresto, Gaia Caracciolo
Telefono: 02 75423959 - 02 75423303
E-mail: foresto@sperling.it - gaia.caracciolo@mondadori.it

Piccola Sicilia

di Daniel Speck, traduzione di Margherita Belardetti e Paola Olivieri

DANIEL SPECK, L’AUTORE TEDESCO CAPACE DI DESCRIVERE L’ITALIA CON GRANDE REALISMO, TORNA CON UN ROMANZO CHE PARLA DI IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE, AMBIENTATO TRA LA SICILIA DI OGGI E LA TUNISI DEL 1942

ISPIRATO A UNA STORIA VERA, PICCOLA SICILIA DESCRIVE UN QUARTIERE DI TUNISI DOVE EBREI, CRISTIANI E MUSULMANI CONVIVEVANO IN PACE, AL DI LÀ DI QUALSIASI DIFFERENZA 

IN ARRIVO NEI PROSSIMI MESI SU RAIUNO LA SERIE TRATTA DAL PRIMO ROMANZO DELL’AUTORE

ebook disponibile
Pagg.  560
Euro  19,90
Uscita:  28 maggio 2019
LA TRAMA

Sicilia, 2018. Dal mare emergono i resti di un aereo inabissatosi durante la Seconda guerra mondiale. Tra i reperti, una vecchia macchina fotografica con le iniziali M.R. Quelle di Moritz Reincke? Cineoperatore dell’esercito tedesco di stanza in Nord Africa, non aveva mai fatto ritorno a Berlino. Forse per questo Nina, sua nipote, è diventata archeologa, per chiarire misteri irrisolti. Ma proprio ora che la verità sembra venire a galla insieme al relitto, si fa avanti una sconosciuta. Nata in Medio Oriente, dice di essere figlia di Moritz – o meglio, Maurice: il nome della sua seconda vita.
Tunisi, 1942. Nel quartiere chiamato “Piccola Sicilia” convivono da sempre culture e religioni differenti. Tanti gli immigrati italiani, come la famiglia ebrea dei Sarfati: il dottor Albert e sua moglie Mimi; il figlio maggiore, Victor, pianista; e Yasmina, salvata dall’orfanotrofio e cresciuta come una figlia. Con l’arrivo della guerra l’equilibrio del loro piccolo angolo cosmopolita inizia a vacillare. Tra gli invasori tedeschi, un giovane soldato filma quel mondo prossimo alla fine. Il suo nome è Moritz. Non sa che una scelta di umanità sta per legare il suo destino a quello di Victor e Yasmina.
Le storie di due famiglie, legate a loro insaputa, s’intrecciano sullo sfondo della Storia in cui il nostro presente affonda le radici.

L'AUTORE

Daniel Speck, sceneggiatore di successo, docente e scrittore, è nato a Monaco di Baviera nel 1969. Ha studiato storia del cinema presso l’Università di Monaco e la Sapienza di Roma – città in cui ha vissuto per alcuni anni – e alla Scuola di cinema di Monaco. Per il suo lavoro di sceneggiatore ha ottenuto premi prestigiosi, come il Grimme-Preis, definito “l’Oscar della tv tedesca”.
Dopo lo straordinario successo del suo romanzo d’esordio, Volevamo andare lontano (diventato anche una serie tv), ha riconquistato i vertici delle classifiche con Piccola Sicilia, ispirato a una storia vera e amato da critica, lettori e librai.