Ufficio stampa: Maria Elisa Foresto
Telefono: 02.75423959 - 335.7851307
E-mail: foresto@sperling.it

L'uomo vestito di nero

di Stephen King, traduzione di Silvia Fornasiero. Illustrazioni di Ana Juan

L’UOMO VESTITO DI NERO È UNO DEI RACCONTI PIÙ CLASSICI DI STEPHEN KING, VINCITORE DEL WORLD FANTASY AWARD E DELL’O. HENRY AWARD, E POI INCLUSO NELLA RACCOLTA TUTTO È FATIDICO
QUI È RIPROPOSTO IN UN’EDIZIONE SPECIALE, IMPREZIOSITA DALLE SPLENDIDE TAVOLE DI ANA JUAN, E ACCOMPAGNATO DA IL GIOVANE SIGNOR BROWN, IL RACCONTO DI NATHANIEL HAWTHORNE PREFERITO DA KING, CHE PROPRIO A QUEL MAESTRO DELLA LETTERATURA AMERICANA HA VOLUTO RENDERE OMAGGIO.

ebook disponibile
Pagg.  128
Euro  15,90
LA TRAMA

Gary è un uomo molto anziano. Sente il suo corpo sgretolarsi come un castello di sabbia lambito dalle onde; sente una fitta nebbia avvolgere i ricordi di oggi e di ieri. Eppure, un episodio del passato più lontano brilla nitido nella sua memoria: il pomeriggio di mezza estate in cui, quando aveva nove anni, si addentrò nel bosco per andare a pescare al torrente e incontrò un uomo tutto vestito di nero. Uno sconosciuto dagli occhi di fuoco.
I tratti di quel volto spaventoso e le parole terribili che uscirono da quella bocca, terrorizzandolo da bambino, hanno tormentato Gary per tutta la vita, come un lungo incubo. E proprio adesso sente l’urgenza di mettere nero su bianco ogni dettaglio. Nella speranza che la scrittura lo liberi da quell’ossessione. E per esorcizzare la paura di incontrarlo di nuovo, ora che si sente prossimo alla fine.

L'AUTORE

Stephen King vive e lavora nel Maine con la moglie Tabitha e la figlia Naomi. Da più di quarant’anni le sue storie sono bestseller che hanno venduto 500 milioni di copie in tutto il mondo. Il presidente Barack Obama gli ha conferito la National Medal of Arts. Nel 2018 ha ricevuto il PEN America Literary Service Award.

Ana Juan è un’illustratrice, pittrice e scultrice spagnola. Nata a Valencia, ha esposto le sue opere in tutto il mondo. Conosciuta per le sue interpretazioni originali, malinconiche e talvolta un po’ spietate della realtà e delle storie, ha illustrato svariate copertine per il New Yorker, articoli per El País e molte copertine dei romanzi di Isabel Allende e di diversi classici della letteratura mondiale. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali e, nel 2010, il Ministero della cultura spagnolo le ha conferito il prestigioso Premio nazionale di illustrazione.