Ufficio stampa: Maria Elisa Foresto
Telefono: 02.75423959 - 335.7851307
E-mail: foresto@sperling.it

Un nome che non è il mio

di Nicola Brunialti

Vienna, 2020. Sul muro della scuola compare una scritta: “Hilde Biermann jüdische Schlampe. Hilde Biermann puttana ebrea”
Un ragazzo in cerca di un’appartenenza compie un gesto di cui non comprende la gravità.

Un tema cruciale che riguarda la memoria, le nuove generazioni, l’ascesa dell’antisemitismo, il ruolo dei genitori e il sistema scolastico.

Un romanzo ispirato alla vera storia di Irena Sendler, l’eroina polacca detta la “Schindler di Varsavia”, che nei primi anni Quaranta riuscì a salvare quasi tremila bambini ebrei.

ebook disponibile
Pagg.  400
Euro  16,90
Uscita:  25 gennaio 2022
LA TRAMA

Vienna, 2020. Marcus ha solo quattordici anni quando viene sospeso per cinque giorni, accusato, insieme a tre suoi amici, di aver imbrattato i muri della scuola con frasi oltraggiose verso una compagna di classe di religione ebraica. Il giovane rischia una pesante denuncia e così sua madre Johanna, disperata, chiede al nonno Rudolf Steiner, ex insegnante, di intervenire, mettendo una buona parola con l’attuale preside. Rudy, ormai ottantaseienne, rimasto profondamente scosso dall’azione del nipote, decide di intraprendere con lui un viaggio in Polonia. Sarà l’occasione per raccontargli il suo passato incredibile e doloroso, che nemmeno le sue figlie conoscono, e rivivere la sua storia, quella di uno degli ultimi bambini ebrei salvati da Irena Sendler, la “Schindler” di Varsavia, l’eroina del Ghetto che affidò i nomi veri di migliaia di loro a un barattolo di marmellata nascosto sotto un albero di mele. 

L'AUTORE

Nicola Brunialti ha lavorato per diversi anni come pubblicitario, realizzando alcune tra le più importanti campagne nazionali (Lavazza, Tim, Alitalia). Dal 2009 è autore di molti programmi televisivi e radiofonici. Nel frattempo, ha scritto libri per ragazzi, un film, uno spettacolo teatrale con Simone Cristicchi e, sempre con il cantautore romano, la canzone Abbi cura di me, grande successo al Festival di Sanremo 2019. È pronipote di Alessandro Manzoni. Con Sperling & Kupfer ha pubblicato Il paradiso alla fine del mondo.