Ufficio stampa: Maria Elisa Foresto
Telefono: 02 7542 3959
E-mail: foresto@sperling.it

Il fuoco e la polvere

di Mauro Garofalo

MAREMMA, 1862. L'INDUSTRIALIZZAZIONE POST-UNITARIA STA DISTRUGGENDO IL MONDO CONTADINO E I SUOI ABITANTI. UN GRUPPO DI UOMINI LOTTERÀ FINO ALLA MORTE PER DIFENDERE I PROPRI IDEALI E LE PROPRIE TERRE.

TRA CORMAC MCCARHTY E QUENTIN TARANTINO, IL NUOVO ROMANZO DELL’AUTORE DI ALLA FINE DI OGNI COSA​.

ebook disponibile
Pagg.  256
Euro  17,50
Uscita:  15 gennaio 2019
LA TRAMA

1862, tempi duri in Maremma. Mentre la guerra civile impazza e le giubbe rosse di Garibaldi sbarcano al centro e al sud, il Capitano Bosco aiuta i mezzadri in lotta contro i padroni. Per molti è un eroe. Ma per l’uomo con la bombetta è un pericoloso avversario, il potente politico sta infatti cacciando i contadini dalle terre per costruire la ferrovia, mascherando i suoi loschi affari in nome dell’Unità d’Italia. Forte dell’appoggio del nuovo Stato voluto dai Savoia, rapisce la bella Elena, giovane donna di cui è innamorato il Capitano Bosco, e scatena contro di lui un esercito di militari e la ferocia del sanguinario criminale Enrico Stoppa. Tra inseguimenti nelle foreste a picco sul mare, Bosco trova sulla sua strada un’improbabile banda di compagni d’avventure: un ex schiavo proveniente dalle colonie eritree; un esperto di esplosivi; un misterioso samurai arrivato in Occidente con il circo; un anziano colonnello tiratore scelto e un ragazzino scampato al massacro della sua famiglia. Insieme a loro, Bosco darà l’assalto finale al potere che vuole distruggere le sue terre selvagge.

L'AUTORE

Mauro Garofalo, nato a Roma nel 1974, è cresciuto in Maremma, vive a Milano. Ha esordito come giornalista di cronaca, negli anni ha collaborato con numerose testate nazionali. Per La Stampa Tuttogreen scrive i Racconti dal Bosco, interviste e articoli a tema ambiente e cultura. È titolare del corso di Scrittura presso il Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Lombardia, insegna Storytelling alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. Camminatore delle alte vie di montagna, da qualche tempo preferisce i boschi. Nel 2016 ha esordito nella narrativa con Alla fine di ogni cosa, che ha vinto numerosi premi, tra i quali il Premio Internazionale Città di Como, il Premio Segafredo Zanetti - Un libro per il cinema, Il Premio ALI-Librai ASCOM Memo Geremia e il Premio Città di Cuneo per il primo romanzo.