Ufficio stampa: Margherita Crepax
Telefono: 339 2176 183
E-mail: margherita.crepax@consulenti.mondadori.it

Gli ultimi giorni di Vladimir P.

di Michael Honig

“ELEZIONI TRUCCATE, GIORNALISTI ASSASSINATI, TANGENTI MILIARDARIE…GLI ULTIMI GIORNI DI VLADIMIR P. RACCONTA, CON LA CREDIBILITÀ CHE SOLO LA FINZIONE PUÒ  AVERE, L’UOMO PIÙ POTENTE DELLA RUSSIA MODERNA, OSSESSIONATO DAI FANTASMI DEL PASSATO.”

The Guardian


ebook disponibile
Pagg.  336
Euro  18,50
Uscita:  30 gennaio 2018
LA TRAMA

In una dacia vicino a Mosca, vive, in un futuro prossimo, l’ottantaduenne Vladimir Putin, in balia della demenza senile. Per quanto sorretta da un corpo in salute, la mente dell’ex leader è sempre più preda di allucinazioni, memorie di una gloria trascorsa che si sostituiscono ai fondali e ai personaggi del presente. Per il vecchio esistono solo i giorni del suo potere immenso. Ad occuparsi di lui e della dacia, c’è un manipolo di servi e collaboratori votati al furto e alla menzogna. Tra loro, per contrasto, vero protagonista del romanzo, erede di tutti gli “sciocchi”, di tutti i “folli” e giusti della letteratura russa, e non solo, campeggia la figura dell’infermiere Sheremetev, soprannominato “San Nikolaj” perché con pazienza si prende cura di un Putin indifferente o irascibile. Eppure, lì, dove si gareggia grottescamente a chi arraffa di più, nemmeno l’onestissimo Sheremetev sfugge al contagio del male. A sua giustificazione, lo stato di necessità e la goffaggine. Gli ultimi giorni di Vladimir P. è un romanzo scritto da un medico e, se nel grottesco e nella satira fa pensare al grande esempio di Gogol, nell’accurata, realistica, commovente descrizione della malattia mentale dell’ex leader, richiama al lettore la sofferta precisione delle pagine di Bulgakov e di Cechov.

L'AUTORE

Michael Honig, al suo primo romanzo, è stato per tutta la vita un medico. Vive a Londra.